Carità: un quadro di Sebastiano Ricci

Sebastiano Ricci

(Belluno 1659 - Venezia 1734)

Allievo del Cervelli e del Mazzoni, entrò in contatto con la pittura del Giordano a Venezia. Soggiornò a Bologna, a Parma e a Roma, dove vide le opere dei Carracci, di Pietro da Cortona e del Baciccia. Nel 1695 si recò a Milano per affrescare la cupola di S. Bernardino dei Monti, in cui affiorano elementi della cultura figurativa barocca e modi caravaggeschi e correggeschi. A partire del 1708 il suo stile si orienta decisamente verso il movimento Rococò ed egli diviene così uno dei più significativi innovatori della pittura veneziana del '700 insieme a Tiepolo.

Carità

Olio su tela
150 x 110 cm

Una giovane madre è circondata dai suoi quattro figli in una scena che può essere definita come "Amore Materno". Sebbene sia probabilmente un lavoro giovanile (1700 circa), c'è qualcosa dello spirito Rococò, che anticipa Fragonard, il quale trattò ugualmente il tema. La figura principale indossa un mantello bruno rossastro sopra a una veste bianca, e lo stesso pigmento rosso è usato per le bende che fasciano il bambino nella culla. Il cielo è per la maggior parte di un grigio blu scuro ad eccezione di una luce più chiara nella parte alta del dipinto. In quell'area troviamo anche un pentimento attorno alla testa del bambino. Il bambino con la mela appare come angelo nell'Ascensione nella Chiesa SS. Apostoli, documentata dal 1701.

Ripreso dalla bibliografia sotto riportata

Bibliografia su Sebastiano Ricci

J. Daniels, Sebastiano Ricci, Bath, Wayland Publishers Ltd, 1976 pag.107 fig.83
"L'Opera complete di Sebastiano Ricci" Classici dell'arte Rizzoli. Introdotta e coordinata da Jeffrey Daniels. Rizzoli editore.
Sebastiano Ricci - Carità - Adolfo e Alessio Nobili - Milano
Carità: un quadro di Sebastiano Ricci

Sebastiano Ricci

(Belluno 1659 - Venezia 1734)

Allievo del Cervelli e del Mazzoni, entrò in contatto con la pittura del Giordano a Venezia. Soggiornò a Bologna, a Parma e a Roma, dove vide le opere dei Carracci, di Pietro da Cortona e del Baciccia. Nel 1695 si recò a Milano per affrescare la cupola di S. Bernardino dei Monti, in cui affiorano elementi della cultura figurativa barocca e modi caravaggeschi e correggeschi. A partire del 1708 il suo stile si orienta decisamente verso il movimento Rococò ed egli diviene così uno dei più significativi innovatori della pittura veneziana del '700 insieme a Tiepolo.

Carità

Olio su tela
150 x 110 cm

Una giovane madre è circondata dai suoi quattro figli in una scena che può essere definita come "Amore Materno". Sebbene sia probabilmente un lavoro giovanile (1700 circa), c'è qualcosa dello spirito Rococò, che anticipa Fragonard, il quale trattò ugualmente il tema. La figura principale indossa un mantello bruno rossastro sopra a una veste bianca, e lo stesso pigmento rosso è usato per le bende che fasciano il bambino nella culla. Il cielo è per la maggior parte di un grigio blu scuro ad eccezione di una luce più chiara nella parte alta del dipinto. In quell'area troviamo anche un pentimento attorno alla testa del bambino. Il bambino con la mela appare come angelo nell'Ascensione nella Chiesa SS. Apostoli, documentata dal 1701.

Ripreso dalla bibliografia sotto riportata

Bibliografia su Sebastiano Ricci

J. Daniels, Sebastiano Ricci, Bath, Wayland Publishers Ltd, 1976 pag.107 fig.83
"L'Opera complete di Sebastiano Ricci" Classici dell'arte Rizzoli. Introdotta e coordinata da Jeffrey Daniels. Rizzoli editore.